News > 2019

Vittoria sfumata per Andrea Caldarelli a Daytona

Vittoria sfumata per Andrea Caldarelli a Daytona

17-02-2019

Si è conclusa in anticipo la 24 Ore di Daytona per Andrea Caldarelli. Il 28enne pilota abruzzese, girato da Lamborghini Squadra Corse al Paul Miller Racing per la storica maratona americana che apre di fatto le danze della stagione agonistica 2019, si è dovuto ritirare per un incidente nella mattinata della domenica, quando alla conclusione mancavano poco più di cinque ore. Il potenziale dimostrato tuttavia, contrariamente al risultato finale, è stato eccellente, con Andrea che, nel corso della notte quando è stato chiamato ad un triplo stint, ha addirittura portato la Huracan GT3 EVO in vetta alla corsa nella classe riservata ai GT Daytona. Una gara segnata dalla pioggia arrivata nel corso della notte, abbondante e copiosa che ha persino portato a due interruzioni, di cui una finale che ha interrotto la corsa ben prima della sua naturale conclusione. Tra le note alte, il terzo miglior tempo in gara, ottenuto proprio dalla vettura numero 48 con Andrea Caldarelli al volante.

Andrea Caldarell
“Ritirarsi quando mancano 5 ore alla fine è sicuramente una situazione frustrante. Eravamo ancora nel giro del leader ed avevamo condotto parte della gara nel corso della notte, per questo è un peccato doversi arrendere così, ma è parte dei giochi. Siamo stati veloci, tutta la line-up è stata competitiva, e proprio per questo quando sai di poter vincere, il rimpianto aumenta. Contro di noi ha giocato la condizione meteo, perché a centro gruppo, tra il traffico dei prototipi e delle vetture GT2, non mi è stato possibile vedere la ripartenza e questo ha posto fine alla nostra gara per un incidente. Tuttavia dato l’enorme potenziale dimostrato, non vedo l’ora di tornare in pista per puntare al successo il prossimo anno e ringrazio Paul Miller Racing per la loro accoglienza e Lamborghini Squadra Corse per il supporto ricevuto”.

Andrea Caldarelli background